• Lifestyle

    INTORNO ALL’ISLANDA – 10 CONSIGLI PRATICI

    22 Settembre, 2018

    Quanti di noi sognano di andare fuori strada, dove sono terre desolate, alla scoperta di luoghi apparentemente mai visto … questo è il mio sogno … forse non necessariamente la temperatura di 9 ° C nel mese di agosto … si blocca, vento pungente solo un sogno dei miei ragazzi; )))

    Le viste sono incredibilmente spettacolari, abbiamo incontrato centinaia di pecore, cavalli scalpitanti, spiagge selvagge, l’armonia dell’uomo con la natura e un sacco di avventura che è quello che mi ricorderò il cammino di questa meravigliosa isola, Islanda.

    Ho preparato per voi un po ‘di informazioni sulla base delle domande che ho ricevuto da persone su Instagram, me le sono segnate tutte ed è venuto fuori questo post gigante. L’Islanda offre una varietà di paesaggi, oltrepassando l’isola si può notare come cambia il paesaggio, così ti attira per fermarsi e fare una foto. Credimi, il giorno dopo sarà ancora più bello!

    Ecco perché ti consiglio di preparare un programma giornaliero per ciò che pensi di vedere e prenotare un alloggio in questo modo.

    Cosa vedere in Islanda:

    1. Ghiacciai

    Venendo da Reykjavik, al sud dell’isola, comincia una lunga fila del ghiacciaio Mýrdalsjökull, dove si può fare un tour, di fronte a lui c’è il vulcano  Eyjafjallajökull che ha avuto un eruzione nel 2010 e lì troverete un affascinante luogo per le vacanze con vista sul vulcano.

    Il Ghiacciaio, che è assolutamente da vedere si chiama Vatnajokull, dove si possono ammirare le enormi lingue, si può anche fare il bagno nelle montagne di ghiaccio o acquistare un viaggio di alpinismo con diversi gradi di difficoltà.

    La triste notizia era di leggere il rapporto degli scienziati che lo prevedono completamente sciolto tra 150-200 anni !!! I ghiacciai spariranno su quest’isola, che purtroppo porterà conseguenze disastrose per essa e non solo.

    2. Vulcani

    Dove ci sono i ghiacciai, ci sono anche i vulcani (i vulcani sono coperti da ghiacciai) è bello che su questa isola ci sono il fuoco e il ghiaccio che sono in simbiosi.

    I vulcani più grandi e più attivi sono Katla nel ghiacciaio di Mýrdalsjökull e Hekla Grimsvotn Bárðarbunga sotto il ghiacciaio Vatnajokull.

    Vedi molti vulcani, crateri e aree geotermiche più piccole e inattive, dove puoi vedere come gli islandesi usano le risorse naturali che hanno. E ‘interessante il fatto che è difficile da comprare l’acqua minerale nel negozio, la si può bere dal rubinetto, nel ristorante è gratis perché è un acqua di sorgente sotterranea e invece l’acqua calda è spesso l’acqua geotermica con un odore sgradevole di zolfo.

    Na obszarach geotermalnych znajdują się baseny z ciepłymi wodami, szczególnie miło jest korzystać z nich po zakończeniu całej wycieczki, pomoczyć swoje zawiane organy:))

    Sulle immagini si vedono piscine geotermiche di acque calde, particolarmente è bello farsi un bagno dopo il completamento di tutto il viaggio, immergere i nostri corpi in quest’acqua:))

    Il posto più famoso è Blue Lagoon vicino a Reykjavik, i biglietti d’ingresso possono essere acquistati solo on-line. Dato che ero nel mese di agosto e sicuramente ci sono quindi più turisti in attesa del posto , vi consiglio prima di acquistare un biglietto, per vedere qual è la situazione e poi decidere se comprare, perché il costo del biglietto non è basso costa circa 80 € / persona (ricorda che nella stagione calda può capitare che non si ricevano i biglietti nemmeno una settimana prima del previsto giorno). Anche se è un posto affascinante, purtroppo non è naturale come pensiamo, è un tipico resort per turisti.

    Ma si può scegliere un altro, uno spazio più intimo, per esempio. 100 km da Reykjavik si trova un luogo appartato Secret Lagoon dove l’acqua contiene lo zolfo, ma altrettanto bello nel Nord-Est di è il lago Myvatn e ci troverete piscine con vista per vulcani e ovviamente  un lago, il prezzo è molto più conveniente intorno ai 20 € / persona.

    3. Cascate

    Le cascate sono quasi ovunque, l’acqua scorre fuori dalle rocce in enormi quantità, è un vero simbolo dell’Islanda.

    Le cascate più belle sono Dettifoss, situata nella parte nord-orientale dell’isola, idove la loro forza ti impressionerà. Un’altra cascata, è altrettanto spettacolare Gullfos Thingvallavatn vicino al lago in un bellissimo parco Parco Nazionale di Thingvellir, a sud di Reykjavik. Qualsiasi altra cascata che incontrerai sarà bellissima e vedrai sicuramente un arcobaleno meraviglioso, perché l’arcobaleno è inscritto nell’immagine di quest’isola.

    4. Deserti

    In Islanda ci sono infiniti deserti di lava solidificata, magma infinito, simili a tappeti che avvolgono l’isola. I deserti sono diversi, spesso enormi distese di magma solido, spesso colate di lava nera attorno a te. Ma più spesso sono tappeti ricoperti di muschi, eriche che decorano magnificamente il paesaggio.

    5. Fiordi

    I fiordi sono la parte settentrionale dell’isola, dove le acque dell’Oceano Atlantico si mescolano con il mare artico. I fiordi sono belli, verdi, un’oasi di tutti gli uccelli di quest’isola.

    Si tratta di un paesaggio meravigliosamente selvaggio con molte più facili vie d’accesso, le ripide scogliere (quello che sono belle e pericolose) ed enorme, maestose montagne immerse nelle incantevoli cascate, spiagge selvagge, la pace, la tranquillità e un vento tagliente che ti fa cadere tappi.

    6. Flora e fauna

    Per gli amanti della natura, quest’isola è un vero paradiso!

    È un’isola di pecore selvagge e cavalli islandesi che sono ovunque sull’isola, nei dove c’è qualcosa di verde da mangiare. C’è una grande quantità di uccelli in questa bellissima isola di mare.

    Vale la pena un viaggio per vedere le balene (consigliato, una meravigliosa esperienza) pianificate il viaggio a partire dai fiordi nordici, io sono partita dal villaggio di Husavik e là tendono ad esserci sempre.

    Spostandoci a nord verso ovest, dove le acque stanno iniziando a essere molto più fredde, vale la pena visitare le spiagge selvagge perché si possono incontrare grandi foche.

    7. Trasporto

    Se avete l’intenzione di esplorare l’isola da soli, ve consiglio molto. Nelle compagnie di noleggio vi offrono vari tipi di auto, ma su quest’isola può essere utile solo un’auto 4×4 con un telaio alto. Molto spesso, le strade asfaltate finiscono e devi prendere strade pietrose dove non c’è niente e nessuno intorno. In molti posti non potete andare con una macchina normale, quindi vedrete il segnale d’ingresso solo per le auto 4×4. In tale situazione, è possibile acquistare un viaggio con un passaggio in macchina, ma si tratta principalmente di escursioni per un’intera giornata.

    È molto importante guidare con un serbatoio pieno! Guardando la mappa si ha l’impressione che  ci si imbatte in un sacco di piccole città, ma in realtà questa è solo una piccola fattoria .Questi posti aspettateveli molti sulla parte orientale dell’isola, ricordarsi di una scorta della mappa, già nell’aeroporto, si possono trovare piccole mappe , non esistono alcuni tratti stradali, a causa della continua attività sismica della terra, le strade sono costantemente in riparazione e ci sono spesso deviazioni dove i navigatori impazziscono, con una mappa ce la farete! Ci sono relativamente poche città, ma è un’isola con solo 300.000 abitanti – la più grande è naturalmente Reykjavik, il punto di partenza.

    In Islanda è difficile capire se ti trovi in ​​una città o in un villaggio. Spesso si entra in città dove c’è tutto , negozi, ufficio postale, polizia, campo da golf (Islandesi sport preferito dagli islandesi, campioni del mondo per dover giocare in questo vento) e circa un paio di case.In Islanda le singole fattorie sono città (Ingresso alla fattoria è etichettato con il nome della città) in questa scala ,una città con 600 abitanti è una metropoli.

    8. Cibo

    Con riferimento al punto precedente, come la benzina nella macchina, bisogna avere qualche pane confezionato e qualcosa per farsi dei panini. Nella mia esperienza con questo tipo di viaggi che a volte non si può contare per mangiare la cena, così porto sempre fuori il coltello di casa, un tovagliolo e il tagliere in caso di necessità 😉 comunque con questa bella vista  si deve mangiare un pic-nic, ma con il vento non è facile.

    Il cibo in realtà è molto costoso e non è buonissimo.

    Gli islandesi mangiano colazioni molto abbondanti, che vengono servite fino a tardi. In città le colazioni sono servite dal menù, mentre nelle periferie ci sono i bar in stile americano, ovvero litri di caffè dal distributore automatico e si mangia tutto quello che prepara la cuoca, uova principalmente fritte e pancetta fagioli al forno, frittelle con carne, calorie a colazione che è abbastanza nutriente, dopo 2 giorni già sapevo perché, con un tale vento forte avevo sempre fame. Il costo di questa colazione è di circa 15 € / persona. L’acqua viene servita in grandi caraffe gratuitamente e con un sacco di ghiaccio (come se non ci fosse abbastanza freddo hihihi).

    Se si vuole mangiare in città troverete principalmente fast food o hamburger e patatine fritte, il pesce è sempre e solo il pesce del giorno e una vasta scelta di panini.

    La cena per 3 persone è quasi sempre il prezzo standard di 120-150 €, e per esempio 3 birre 40 €.

    Guardando il cibo nei supermercati, è possibile acquistare carne già pronta per la griglia (se ci si ferma nei campeggi) i loro frigoriferi sono pieni di diversi prodotti congelati particolarmente la carne di montone è il numero uno su quest’isola.

    9. Vestiti e accessori !!

    L’abbigliamento di base ogni giorno è una giacca resistente al venti con cappuccio, K-way e scarpe da trekking.

    Raccomando i pantaloni impermeabili, avevo comprato un paio da Decathlon e mi hanno soddisfatto. Vale la pena avere un impermeabile lungo .

    Non ha senso prendere i jeans perché per primo è una vacanza-spedizione e la seconda ho visto molti turisti in jeans (non mi crederete che avevano parafanghi su scarpe !!!) congelati perché è materiale terribilmente freddo e molto spesso improvvisamente inizia a piovere pesantemente.

    Mi vesto per ogni evenienza, t-shirt e ancora una volta magliette di cotone è stato il mio modo di combattere il freddo!

    Non provare nemmeno a non prendere il costume da bagno !!! E’ obbligatorio !!! Se hai un posto in un portasciugamano e un accappatoio in microfibra, va bene se non riesci ad ottenerlo a un costo aggiuntivo.

    Sfortunatamente, avrai bisogno di un cappello e dei guanti, a quote più alte il vento era molto freddo e ci sono molti chilometri da percorrere.

    La macchina fotografica (perché lo sto scrivendo, penserete), ma molte persone hanno solo un telefono cellulare e le foto che si fanno sono imparagonabili, la differenza la vedete nelle foto.

    E’ necessario prendere un piccolo binocolo! A volte, da lontano, pietre e massi sembrano essere il solito oggetto.

    10. Prezzi

    È un paese relativamente costoso rispetto ai paesi europei, ma penso che dopo i miei consigli sarete in grado di calcolare economicamente il viaggio.

    – Il noleggio di un’auto costa 1000 €, se si decide di noleggiare una jeep, il prezzo sale a 2000 €.

    -Tutti i posti da visitare sono gratuiti, ma alcuni parcheggi sono pagati (5 € / giorno), in città pagabili all’ora (0,80 €).

    Non ci sono soldi veri qui, quindi non cambiarli, devi avere 2-3 carte con te, abbiamo usato American Express, Visa e MasterCard senza problemi. I terminal hanno chiunque anche in luoghi in cui pensi che sia la fine del mondo.

    -Quando si tratta di shopping e souvenir sull’isola di Islanda è famosa per i suoi prodotti di lana di pecora, tali negozi a Reykjavik ci sono molti, ma attenzione ai falsi, ci sono un sacco di negozi cinesi. Cerca negozi con certificati (mi sono stati consigliati i negozi Rammager in negozi che vendono solo prodotti originali). Puoi anche vedere molte gallerie con prodotti artigianali e lì troverai cose interessanti.

    — Abbiamo scelto il luogo di alloggio dopo aver impostato il percorso, sapendo dove saremmo tutti i giorni. Volevo vivere principalmente in cabine – piccole case in una zona remota, che sono molto ben attrezzate con una cucina, come in un hotel decente con asciugamani, accappatoi ecc. Solo una volta abbiamo avuto un piccolo errore perché erano in realtà cottage ma piuttosto in stile rifugio (sulla costa orientale ha una selezione di alloggi molto più piccola e il word hotel ha una dimensione leggermente diversa).

    – Il costo di tali case è di circa 250 € / notte, a volte la colazione è inclusa nel prezzo, ed è ancora una delle forme di alloggio più economiche, senza contare il campeggio.

    Ti è piaciuto questo articolo e pensi che questi suggerimenti ti saranno utili per pianificare il tuo viaggio? Sono molto curiosa della tua opinione !!!!

    Il mio viaggio è un’avventura indimenticabile e anche un brivido alla vista di una natura così selvaggia. E credimi, dopo pochi giorni, smetti di scattare tante foto, solo tu vuoi guardare e assorbire questa bellezza.

     

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *